RITIRO DI AGOSTO 2018 SELFNIVERSITY

Temi che verranno trattati durante il Ritiro di agosto – Parte conoscenze consapevolezze.

Vi chiedo cortesemente di leggere questi appunti in modo poi da poter ampliare in Oasi, da subito, gli argomenti.

Per chi non sarà presente, approfondiremo a parte.

Mi scuso per eventuali errori ortografici… ma il testo non è stato passato alle correzioni… ed avendo una leggera dislessia…

 

Parte conoscenze-consapevolezze – RITIRO AGOSTO 2018

 

Presentazione del movimento e dei presenti in relazione al movimento stesso.

***************************

Il centro della m-s – MECCANISMO DI ASSIMILAZIONE

Obiettivo della m-s: chiusura-distorsione del chakra del cuore.

Strumenti principali utilizzati dalla combinazione m-s <-> m-v:

Distorsione del secondo chakra per abbattere i livelli di serotonina e il rilascio di dopamina… al fine di chiudere e/o distorcere il chakra del cuore;

Apertura del centro cerebrale delle paure, attraverso:

-l’inserimento di falsi paradigmi che proietteranno la cellula-uomo, inizialmente, verso il futuro (false paure, false soluzioni, falsi obiettivi, falsi principi, falsi sentimenti);

-paure in genere;

ciò causa anche l’abbattimento dei livelli di serotonina, il cui uso viene deviato per contrastare la “problematicità”, il dolore, la paura, ecc.;

-utilizzo dei media, famiglia, scuola, istituzioni, regole, leggi, consuetudini, morale, religioni, percorsi pseudo spirituali vari, canzoni, letteratura in genere, sociale in genere, educazione sessuale di matrice attraverso media e carta stampata… da parte della m-v.

 

 

***************************

 LHLBr2Ejpg

Tecnicamente, le uniche due cose che ti piacciono

 

Dopamina

Energia, motivazione, piacere, predizione sensoriale della ricompensa. Interviene quindi nella chimica delle emozioni.

Chiave: Quando fate qualcosa di piacevole, la dopamina segnala al vostro cervello che sta accadendo qualcosa di importante che deve essere ricordato (creazione di memorie-nuove memorie-ruolo dell’amigdala), spingendolo a ripetere il comportamento.

 

Rilascio di dopamina:

Avviene in particolare durante il contatto dei corpi… e se tale contatto è vissuto dal sé (quindi dalla parte libera) e non dalla m-s (proiezioni aspettative su coppia, conquista, gratificazione dell’essere riconosciuti in quanto importanti e/o accettati, bisogno di compenetrazione mentale e/o di attaccarsi, modalità classica di accoppiamento.), si ha una basso rilascio di ossitocina e quindi le memorie che si vanno a creare richiederanno la ripetizione di quel tipo di esperienza più genotipica e non di quella di matrice.

Le memorie sul contatto dei corpi, si andranno poi a sovrapporre a quelle precedenti di matrice e l’amigdala, nell’ambito del nuovo scenario, non trasmetterà più che nella libertà si può verificare giudizio, senso di colpa, abbandono, meccanicismo, disamore, possesso, attaccamento, ecc. ecc.

***

Quando si parla di dopamina… in particolare quando si parla di motivazione, di dipendenza, di attenzione o di contatto dei corpi, si parla del ciclo della dopamina conosciuto come mesolimbico (i cicli sono vari e diversi tra loro), che inizia con le cellule nell’area ventrale tegmentale, sepolto in profondità al centro del cervello, che inviano le loro proiezioni a parti come il nucleo accumbens e la corteccia cerebrale.

***

Molti amano descrivere il proprio picco di dopamina come “motivazione” o “piacere”.

Ma questo non è tutto. La dopamina è certamente coinvolta nel rilascio del feedback premiante per il raggiungimento di un obiettivo. Se, per esempio, il soggetto ha imparato ad associare un segnale (come la vista di un qualcosa), con l’assunzione di quella cosa e/o esperienza, inizierà a sperimentare aumenti di dopamina nel nucleo accumbens, anche solo in risposta alla vista di quella cosa, poiché il cervello predice la “ricompensa”. - https://it.wikipedia.org/wiki/Nucleus_accumbens

***

 

 

 

***************************

 

Cos’è la spiritualità e cosa sono i cammini spirituali?

Spritualità, termine da vocabolario: ciò che riguarda lo spirito; spirito che viene visto come “non parte della materia” (dualità). Altri, sull'onda del fenomeno New Age, sostengono che la spiritualità non sia identificabile con una religione per sé, ma la connessione attiva e vitale ad una forza, una potenza o una percezione di un più profondo “sé”.

Se quindi escludiamo l’operare su una parte fondamentale di questo sé, stiamo frammentando e non stiamo facendo quindi un percorso spirituale.

Di conseguenza un percorso che non preveda l’operare sulla sfera dell’espressione dell’energia sessuale, sulla sua comprensione e sulla sua liberazione, non è un percorso spirituale “reale”. Un pò come dire che vogliamo liberare qualcuno chiuso in una gabbia, dicendogli che però ci occupiamo solo di testa e braccia... le seghiamo, le tiriamo fuori e lo liberiamo. Sembra un grottesco paradosso... eppure funziona così. D'altronde la m-v apprezza quasi tutti i cosiddetti percorsi e le pratiche, per vari motivi ad essa utili.

Fino a qui siamo su una semplice riorganizzazione mentale e verbale di elementi già conosciuti da chi ha iniziato ad aprire la mente. Se ora ci aggiungiamo la conoscenza che la coppia non è nella natura dell’uomo e quindi del “sé” umano, arriviamo alla conclusione che se non è presente questo tassello in un cosiddetto percorso spirituale, esso non è un percorso spirituale “reale”.

 

Tra le varie esperienze possibili in ambito spirituale, dobbiamo quindi distinguere queste ultime dai percorsi. E se si equipara un modus operandi in ambito spirituale, che non tiene conto della sfera sessuale, ad un percorso spirituale, si sta confondendo un’esperienza o una serie di esperienze a tema, con un “percorso spirituale”.

 

***************************

 

Cos’è la verità?

 

***************************

 

E’ possibile dare una definizione, per quanto ampia di Liberato? E cosa accade dopo?

Se immaginiamo che il superamento di una serie di meccanismi:

-problematicità;

-mentalismo;

-egocentrismo;

-giudizio di valore;

-quotidianità in matrice;

-coppia;

-espressione di una sessualità non meccanica e non allineata agli schemi di matrice;

-attaccamento;

-meccanismi ossitocinici in genere;

-conquistatori e conquistati;

-bisogno di conferme;

-distacco dalle tradizioni – apporto creativo;

-appartenenza e identificazione;

-politica;

-manipolazione;

-proiezione verso il futuro-passato;

-inquietudine;

-sbalzi umorali;

-ritorno all’uno tra maschile e femminile;

-consapevolezza della doppia matrice e dei suoi meccanismi di base;

-ecc;

rappresentino la base di partenza per passare dalla liberazione (quindi punto di inizio della vita nell’area liberata) all’esperienza individuale (spirituale in senso stretto), come proseguire poi senza essere riassimilati?

 

 

***************************

 

 

Miscela di SSRI naturali e DMT, in relazione al percorso di liberazione dalla m-s.

Liberazione del sé: E' stata casuale la selezione degli elementi e delle sostanze congiunte, utilizzate dal tantrismo originale e da alcuni filoni sciamanici ... Le tecniche dell’oggi e del passato.



 

***************************

Perché in relazione al contatto dei corpi, inizialmente quanto più si era stati in passato “attaccati” a qualcuno, il contatto appare poco appagante.

***************************

 

Il riallineamento del secondo chakra, la pulizia del terzo ed il collegamento col chakra del cuore.