Ecovillaggio planetario di Oasi Liberate project Translife - Libertà, amore e gratitudine, tra Liberazione del Sé, spiritualità, ecologia, liberazione dell'uomo e ricerca


Ecovillaggio planetario di Oasi Liberate project Translife

 

 Guarda bene il paradiso e lì.  Dietro la porta della libertà c’è tutto ciò che sei e tutto quello che desideri. Devi solo trovare il coraggio per ruotare la maniglia e spingere la porta. -Almalibre Rebelde-

 
 
Le anime libere vibrano e creano le melodie del cosmo. A volte le loro musiche si sfiorano, in attimi di sinfonie che si attraggono danzando. Perle uniche, di un universo che gioca con le forme. 
-Almalibre Rebelde-
 

Libertà, amore e gratitudine, tra Liberazione del Sé, spiritualità, ecologia, liberazione dell'uomo e ricerca

L’Associazione Culturale Translife nasce nel 2014 con l’intento di diffondere  le consapevolezze e le conoscenze spirituali e scientifiche trattate nel libro “Translife Revelation”, a quante più persone possibile nel pianeta.

Il libro tratta della scoperta della double-matrix che nei prossimi decenni cambierà la storia dell’uomo e che porta a compimento il percorso di liberazione dell’uomo intrapreso secoli fa dai grandi illuminati, da budda a Osho, passando per gli sciamani toltechi, Krishnamurti, Gurdjieff, gli autori del film Matrix e molti altri.

Questo è un passo tratto da Translife Revelation:

"Ci narrò l'Essenza dell'Uomo Originale Libero: <<Noi auspichiamo che nel futuro, in tutto il mondo, si creino aree d’incontro tra chi sta seguendo il percorso. Spazi non facenti capo a un individuo, a un guru o a un dio, affinché non si ricada nell’errore commesso in passato; ma piuttosto zone di pace e illuminazione, ispirate all’Essenza dell’Uomo Originale Libero. Luoghi di serenità, libertà, uguaglianza, fratellanza e amore, in cui nulla sia estremizzato e vi sia apertura totale a tutte le pratiche spirituali, purché non verticalizzate in quanto legate a una singola personalità: dio, guru, maestro o altro che sia. Luoghi in cui percepire se stessi in quanto centro dell’universo, nei quali non vi sia quel senso di gruppo “migliore” dal circostante, tale da generare appartenenza. Luoghi ispirati alla non violenza e all’accettazione della diversità. Spazi in cui l’uomo non viva nella miseria dei rapporti basati sul bisogno e sul materialismo del superfluo. Aree di transito e non di stazionamento: l’Uomo Originale Libero vive interconnesso con Gaia; sperimenta, gioisce, varia, incontra, scambia amore ed esperienze, non crea ghetti.>>”

Da qui la voglia di portare nel concreto quanto letto con la condivisione di una dimensione di vita.

Chi siamo: Siamo individui che si sono messi in gioco, che hanno intrapreso un percorso di liberazione del Sé, portando alla luce i propri talenti e lasciando esprimere l’essenza, ognuno con la propria sfumatura di colore, in una dimensione di contatto con la natura e di connessione con la Vita. Ci accomuna la voglia di condividere  questa esperienza con altre persone che sono alla ricerca di risposte, di conoscere veramente chi sono e alla ricerca di un cambiamento, togliendo condizionamenti e strutturazioni mentali che limitano la libera espressione della nostra essenza.

Nella nostra abitazione vi è la condivisione del cibo e di momenti di gioco e di scambio. I nostri talenti vengono sostenuti e condivisi con gli altri per la creazione di un’alternativa di vita.

Cerchiamo di vivere nel “qui e ora”, godendo del momento presente; i problemi vengono affrontati nel momento che si presentano e insieme si trova la soluzione.

Il nostro obbiettivo è quello di creare una dimensione di vita dove si respiri leggerezza, libertà e gioco; dove l’essere è più importante dell’avere e dove bisogni e necessità vengono ri-dimensionati.

Non vi è nessun orientamento religioso.

Ecologia: Rispetto per l’ambiente con attenzione all’acquisto di prodotti  con poco imballaggio e prodotti eco-compatibili; compostaggio domestico; cibo autoprodotto con il nostro orto; amore e connessione con la natura con la camminata consapevole, i movimenti di risveglio corporeo sotto gli alberi e le danze a piedi nudi nel prato, meditazione nella natura.

Ospitalità:  Per chi vuole provare a sperimentare la condivisione di vita una dimensione parallela, con ritmi rallentati dove si porta attenzione a quello che esprime l’essenza e l’interiorità abbiamo la possibilità di offrire alloggio in stanze condivise. Ci sono spazi interni ed esterni dove partecipare alle attività proposte che sono focalizzate alla conoscenza ed all’ascolto di sé.

Vi è la possibilità per alcuni giorni di avere vitto e alloggio in cambio di lavoro.

Cucina: vegetariana, con la predilezione di frutta e verdura autoprodotta o di produzione locale. La cucina è condivisa e uno dei pasti è a menù fisso.

Attività proposte ai nostri associati: Tecniche di “Liberazione del sé”, Laboratori di pratiche bioenergetiche, Consulenze su alimentazione e detossicazione, Corsi di cucina vegetariana/vegana, Reiki, Tantra, Riflessologia Plantare Cinese, Massaggio con Pietre, Cromoterapia, Riequilibrio Energetico con il “Tocco Esseno”, Streching dei Meridiani, Pilates, Danza del Ventre, Laboratori con i Colori.


Il progetto Translife

Libertà, amore e gratitudine.

Il progetto Translife (trasmutazione di vita) segue la traccia ispirata dal libro Translife Revelation che tratta della scoperta della double-matrix; scoperta che a fronte delle sue implicazioni sul piano umano e spirituale, cambierà la storia dell'uomo nei prossimi decenni (puoi scaricare il Primo Capitolo del libro, cliccando qui).

Il progetto mira a creare una rete planetaria di Baite Liberate duplicando la Baita pilota attuale, in cui vivere nella gioia, nel gioco, nella creatività, nell'equilibrio con la natura, nell’amore universale incondizionato e a formare le Guide della Liberazione del Sé, in base alle tecniche di Liberazione nate dalla scoperta fatta nel 2012.

Il libro che prossimamente verrà edito anche in versione cartacea, in Italia, da parte del network editoriale New Life Booh, tratta della scoperta scientifica che i grandi illuminati hanno inseguito per millenni, ossia quella dell'essere vivente non biologico che assimila e programma gli uomini e di come Liberarsi. La lettura del libro è indispensabile per accedere a un livello di consapevolezza superiore e per comprendere a fondo il progetto. Sono anche in corso le traduzioni in tutte le principali lingue del mondo, al fine di poter diffondere la scoperta e i suoi risvolti in ambito spirituale, a quante più persone possibile del pianeta.

Le Baite ospitano le Guide della Liberazione del Sé, la Scuola per Guide della Liberazione del Sé e persone che stanno compiendo dei Cicli di Liberazione, o svolgendo dei Laboratori di pratiche bioenergetiche necessari alla loro individuale Liberazione. La vita in comune si svolge nell’assoluta libertà.

Il progetto prevede che l'Ecovillaggio globale di Oasi Liberate Translife sia composto da innumerevoli Baite Bioenergetiche, interconnesse tra loro, in un reticolato in cui i Liberati possono vivere e spostarsi.

Ciò è stato concepito sulla base delle indicazioni dell’Essenza dell’Uomo Originale Libero (vedi Translife Revelation), sia per evitare che i punti fisici d’incontro divenissero nuovi ghetti e trappole chiuse e  sia per consentire di potersi spostare tra realtà geografiche, climatiche ed energetiche, diverse tra loro, com’è nella natura genotipica umana, di certo non stanziale.


Per info su come poter vivere nelle Baite, per i Cicli di Liberazione, per i Laboratori, o per poter fondare una Baita Project Translife, segui le indicazioni a fondo pagina.

Le Baite Project Translife sono luoghi in cui è la Libertà a creare l'amore, nella consapevolezza che l’amore incondizionato è un frutto dell’albero della libertà individuale.


Questi sono in sintesi i risvolti umani e spirituali della scoperta:

La scoperta di cosa impedisse all’uomo e alle altre specie eusociali, come api e formiche, di vivere nella dimensione di felicità, a cui tutte le forme di vita biologica sono naturalmente destinate e a cui i grandi illuminati hanno lavorato per millenni, si è compiuta. La variabile di come i geni eusociali, di certo in origine non deputati all’eusocialità, si sarebbero combinati con le dinamiche fisiologiche ossitociniche, consentendo alla matrice-vivente di assimilare le forme di vita biologiche così strutturate, è stata identificata. L’intuizione di Stephen Jay Gould che formulò la teoria degli equilibri punteggiati, scoprendo l’anello di congiunzione tra le teorie darwiniane e i balzi evoluzionistici (a cui, ad es, Osho si ispirò nell’ipotizzare il balzo quantico), ossia le discontinuità nell’evoluzione della vita biologica, ci consente con assoluta certezza di affermare che mai la natura ha lavorato sul piano dei meccanismi epigenetici -> modifica permanente del genoma, per creare geni eusociali; ma piuttosto per creare dei geni, aventi altre funzioni che come effetto indesiderato, avrebbero portato quelle specie a creare e poi divenire schiave delle matrici-viventi. Esattamente come l’ossitocina, che ha varie funzioni fisiologiche, può portare, come effetto collaterale imprevisto in caso di abbandono sentimentale, al suicidio: ciò a causa dell’attaccamento derivante dalla combinazione tra scenari futuribili di matrice-schiavizzante <-> modelli operativi interni.

In questo nuovo e straordinario scenario, che apre le porte alla nascita dell’Uomo Libero, le Baite rappresentano spazi energetici Liberati in cui operare per consentire, alle terapie maieutiche, di partorire l’Uomo Originale Libero che è già in ciascuno di noi, per quanto schiacciato e represso dalla double-matrix. Non c’è quindi nessuna guerra da fare, nessun idealismo da perorare, ma solo da vivere nella gioia, nella Libertà, nell’amore e nella felicità.

Facciamoci una domanda: L’uomo nuovo nascerà nell'ambito della matrice psichica e materiale che permea al momento il sociale, o lo farà creando una matrice materiale alternativa; ossia un micro sistema alternativo, in cui cambiare psichicamente?

La seconda ipotesi, già nelle premesse, ha in sé il seme che porterà a una nuova matrice e rappresenta tutto ciò che è accaduto fino ad oggi e quindi prima della scoperta.

L’Uomo Liberato si è riconnesso con l’universo; la creazione intenzionale scorre in lui nell'ambito del flusso vitale... non è fine a se stessa, non è al servizio di un sistema e neanche di un antisistema.

Le Baite del Grande Salto della Libertà non hanno nulla a che vedere con le vecchie matrici, o con quelle degli ecovillaggi tecno-ecologici che non limitano le regole all'essenziale, in cui cambia lo scenario, ma il risultato resta lo stesso; perché in quei luoghi l’uomo assimilato continua a restare imprigionato dalle sbarre della sua stessa mente. E’ l’Uomo nuovo il centro: l’Uomo Originale Libero!

L'Ecovillaggio di Baite Liberate project Translife può essere rappresentato come un villaggio modulare composto da innumerevoli Baite; un universo parallelo di anime Liberate che si sviluppa nello stesso spazio fisico in cui si trova la matrice-vivente umana: il pianeta Terra.

L’Uomo Liberato non ha necessità di isolarsi in luoghi ameni, come ad es. quelli in cui vigono le nuove leggi tecno-ecologiche, dove di certo un capo, un guru e altri, ricalcano meccanismi assolutistici, basati su vari sistemi di credenze.

Questo è un altro passo tratto da Translife Revelation: "È giunto il momento di abbracciare l’immenso. Se avessimo cercato di compiere il nostro percorso interiore, prima di approssimarci al Grande Salto, in un luogo diverso dal nostro consolidato ambiente di vita, esso non sarebbe valso, perché non ci avrebbe consentito di testare i vari passi fatti sul piano dell’interazione tra il nostro “Io”, “l’altro” e il “metafisico” e  di abituarci a un nuovo modo di relazionarci con gli altri."

In sintesi, durante la fase educativa l'uomo viene programmato dalla matrice-vivente, attraverso l'instillazione nella sua mente di una griglia fatta di falsi valori, false credenze e falsi obiettivi tramite i suoi apparati assimilativi: famiglia, parenti, scuola, istituzioni, media, musiche, letteratura ecc. Per poter procedere all'assimilazione la matrice accede attraverso la porta cerebrale delle paure, posta alla base del cervello (vedi: sistema limbico), per poi insediarsi nei microtubuli (vedi: memorie cellulari microtubuli) ed utilizzare le aree subcortiacali deputate alla previsionalità, anche attraverso la logica e la razionalità. In tal modo l'uomo viene depresso energeticamente e irreparabilmente perché, da quel momento in poi, la quantità di ormone serotonina presente nell'organismo non sarà più in grado di contrastare l'aumento di energia negativa dovuta all'instillazione del programma; oltre a ciò il programma determinerà un lento e progressivo declino delle funzionalità della ghiandola pineale e, a cascata, dell'ipofisi. Tale programmazione, in realtà, ha inizio già mentre il feto si sta formando, attraverso i meccanismi epigenetici che creano le rispettive memorie epigenetiche (vedi traumi-memorie epigenetiche).

Già millenni fa i grandi illuminati di ieri e di oggi, dalle scuole tantriche agli sciamani toltechi, fino a Freud, Osho, Krishnamurti, Gurdjieff e gli autori del film The Matrix, avevano intuito che l’uomo era programmato e che viveva inconsapevolmente in una falsa realtà. Ma non sapendo chi inserisse quel programma, non erano stati in grado di discernere quali fossero, nella vita degli individui, gli elementi derivanti dal programma e quali no e quindi non era stato possibile strutturare un percorso di Liberazione dell’uomo che andasse oltre al Risveglio, come in punto di morte asserì lo stesso Krishnamurti, o come si evince dagli inutili sforzi di Osho. Non essendo inoltre in grado di spiegare chi inserisse il programma, non fu possibile, da parte degli illuminati, dimostrare inoppugnabilmente che l’uomo fosse programmato, lasciando un inevitabile dubbio nella mente dei seguaci; dubbio che puntualmente portò alla regressione in matrix.

Oggi, con la scoperta della double-matrix, il sogno degli illuminati della libertà è divenuto realtà. L’identificazione dell’essere vivente non biologico che inserisce il programma ha permesso, partendo dai suoi scopi, di decifrare con estrema precisione il programma matrice-schiavizzante e il suo funzionamento e quindi di dare vita al Percorso di Liberazione del Sé, che dopo sette milioni di anni (scientificamente i nostri progenitori furono assimilati dalla matrice-vivente circa sette milioni di anni fa, vedi Translife Revelation) apre alla nuova era. In particolare la scoperta ha chiarito che il programma non funziona in base a generici condizionamenti come avevano ipotizzato ricercatori come Freud o Osho, ma che è bensì composto da 14 Gangli fisici insediati nel cervello (vedi neuroscienze MOI) che interagiscono tra loro e sono diversi da individuo a individuo, in base alle diverse funzioni che ciascuno ha in matrix (output di matrice). E’ stato inoltre scoperto che tali Gangli hanno la capacità di riconfigurare la matrice-schiavizzante quando uno di essi viene attaccato. E ciò spiega l’inutilità dei percorsi spirituali di liberazione, prima della scoperta del 2012.

Nello specifico i Gangli sono Modelli Operativi Interni (vedi neuroscienze MOI) che attingono, alla velocità della luce (vedi biofotoni), dalle memorie cellulari olografiche fenotipiche, installate nei microtubuli. A tal proposito puntualizziamo che le memorie non sono cancellabili, perché sono parte dell'organismo e che millantare di poterle cancellare o di farle cambiare vibrazione, è più una truffa che una sciocchezza; è invece possibile sovrapporvi nuove memorie genotipiche attraverso le nuove consapevolezze derivanti dalla scoperta, le pratiche energetiche, i teatri, gli psicodrammi e, nella sfera della sessualità, le terapie sessuali.


Ecco in sintesi la strutturazione del Percorso di Liberazione del Sé che si è delineato dopo la scoperta della double-matrix:

-Lettura degli Scritti Translife Revelation che consentono all’attore di divenire consapevole, sul piano mentale, di come si è pervenuti alla scoperta; del ruolo giocato dalla nascita delle nuove scienze e dall’evoluzione delle altre negli ultimi 15 anni (epigenetica, sociobiologia, quantistica, neuroscienze, biologica, fisica); di cos’è la double-matrix; di come funziona e come assimila e controlla poi gli uomini e del ruolo di religioni, politica ecc.. ecc.

-Mappatura Bioenergetica di matrice-schiavizzante Metodo TQ2 (per approfondire clicca qui) che consente di identificare la rete dei Gangli cerebrali instillati nella mente, compresi il Ganglio Radice e i Gangli Portanti, e di focalizzare in quali direzioni essi spingono l’individuo, inconsapevolmente, nel suo divenire. La Mappatura Bioenergetica consente, inoltre, di prevedere sia come la matrice-schiavizzante cercherà di riconfigurarsi quando verrà attaccata e sia le variabili di tale riconfigurazione, che hanno lo scopo di spingere l’attore verso una Discontinuità Psichica Inconscia finalizzata al ritorno allo status precedente.

-In base alla Mappatura Bioenergetica viene predisposto uno specifico “Piano individuale di uscita da double-matrix” che comprende l’indispensabile ausilio delle pratiche energetiche (che vanno dal Reiki fino al Tantra dell'Origine), necessarie ad attaccare i Gangli Radice + i Portanti ed evitare la loro riconfigurazione. Viene inoltre predisposto il piano di sovrapposizione delle memorie genotipiche su quelle precedenti fenotipiche, di matrice. Tale piano ha quindi lo scopo di far pervenire l’attore, progressivamente, a tutte le Discontinuità Consce Pilotate necessarie a portare a compimento il suo Percorso, all’interno del suo specifico Freedom Tunnel (il tunnel della libertà, vedi Translife Revelation).

-Viene fornito all’attore l’accesso alla baca dati a uso interno della Scuola, in cui si trovano centinaia di pagine divise per file e catalogate in un indice, leggendo le quali l’attore approfondisce tutte le singole tematiche specifiche non trattate negli Scritti, le tecniche, i metodi e le variabili. In banca dati vi è inoltre un altro file, l'indice, con tutti i link tematici ad articoli e video di scienziati, su argomenti e scoperte la cui conoscenza è indispensabile per divenire una Guida.

-Consapevolezze sulle modalità dell'eventuale utilizzo di serotonina (in fase di Salto) e di melatonina, per alleggerire il carico della pineale e quindi sanare il funzionamento dell'ipofisi.

-Completate le fasi precedenti, in Baita, attraverso un lungo lavoro di deprogrammazione individuale, viene progressivamente cancellata la matrice-schiavizzante utilizzando tutte le tecniche che vengono insegnate nella Scuola; ossia consapevolezze mirate, antimatrice, pratiche energetiche, teatri, psicodrammi, terapie sessuali e sovrapposizione delle memorie. Per quanto si tratti di un lungo lavoro, che porterà l’attore a liberarsi e/o a divenire una Guida della Liberazione del Sé, questo porta subito, già nella fase iniziale, a straordinari benefici tangibili, dovuti sia al primo Salto di Liberazione e sia alla conoscenza di altri nel Percorso; conoscenza che porta ad iniziare la nuova vita da Liberati.


Per info resp. organizzativa Translife Ornella WhatsApp 345 3195426 Tel: 345 3195426  Scrivendo ainfo@transliferevelation.org , oppure compilando il mail-modulo che segue


 

Il video sulla scoperta della double-matrix

 

IL BLOG SULLA DOUBLE-MATRIX
Gli articoli di approfondimento sulle problematiche e i potenziali blocchi, legati alla Liberazione del Sé.

 

Dopo aver effettuato la contribuzione di 15 € con PayPal, compila il modulo in basso, inserendo nome, cognome e la data e l’ora del versamento. L’e-book ti sarà inviato all’indirizzo e-mail da te indicato. Buona lettura.

 

Il sito che parla della Mappatura Bioenergetica di matrice-schiavizzante e del come richiederla.