La tecnica di Liberazione del sé nata dalla scoperta della double-matrix | Translife Revelation
Iscriviti alla newsletter


Trattamento dei dati:

Il dato relativo alla tua email verrà utilizzato esclusivamente per inviarti aggiornamenti sulle nostre iniziative, relative al progetto di Liberazione dell'uomo, tramite una mailing list.


Saggio non è colui che sa;

ma colui che nell’attimo può sapere, capire, intuire o percepire,
perché possiede le chiavi della consapevolezza.


-Almalibre Rebelde-


Pagine del sito

 

La tecnica di Liberazione del sé nata dalla scoperta della double-matrix

Togliere il controllo dell'IO, alla matrice-schiavizzante

Se sei arrivato al sito, da questa pagina, abbi presente che non è facile capire quanto leggerai senza iniziare dalla home page e quindi dalla scoperta della double-matrix. In tal caso ti consigliamo di cliccare qui.
Se invece stai leggendo le pagine del sito, in progressione, incontrerai alcuni concetti ripetuti, per aiutare chi legge, per prima, questa pagina.


Io e sé, fintanto che è la matrice-schiavizzante ad avere il controllo, restano parti divise che invece si fondono, liberandosi.

La matrice-schiavizzante (approfondiremo sulla sua struttura nella prossima pagina), come abbiamo detto in precedenza, è costantemente connessa con la matrice-vivente.

Non è quindi possibile iniziare il lavoro di liberazione individuale, senza prima disconnettere le due matrici tra loro, tagliando con i media, la TV, le canzoni che parlano della coppia o del sociale, i falsi problemi, la politica, i quotidiani, le conosce-amicizie con cui si toccano le solite tematiche e altro di simile.

Ciò, in chi non l’aveva già fatto, lascerà un grande vuoto che verrà compensato con le opportune tecniche.

Fatto questo si inizia ad attaccare la matrice-schiavizzante, in un percorso la cui durata varia a seconda della resistenza individuale al cambiamento e alla consistenza dei Gangli principali della matrice-schiavizzante.

La figura in alto rappresenta un Ganglio di matrice-schiavizzante composto da memorie (circuiti neuronali codificati) e Modelli Operativi Interni.

Un altro aspetto fondamentale della tecnica e che essa prepara ad una nuova esistenza anche sul piano materiale, perché non è possibile liberarsi continuando a fare la stessa vita di prima.

La tecnica, nel suo complesso, consiste nell’attaccare simultaneamente i Gangli principali (Ganglio Radice + i Gangli Portanti) della matrice-schiavizzante del singolo individuo, dopo averla mappata, in modo da evitare che nel frattempo essa si possa riconfigurare. A seguire, quando la persona è pronta, ciò verrà percepito da chi lo sta guidando (ossia la Guida della liberazione del Sé che lo supporta) e si passerà, in progressione, ad affrontare le altre Porte del Freedom Tunnel.

Il Percorso va infatti immaginato come l’uscita da un tunnel che ha al suo interno una serie di portoni (i Gangli di matrice-schiavizzante) che andranno, di volta in volta superati, fino all’uscita.

Ti ricordo che per capire appieno ciò di cui stiamo parlando è necessario leggere Translife Revelation.


Andiamo ora a vedere come è strutturata la fase iniziale del Percorso di Liberazione del Sé che porta alla trasmutazione in vita: 


 

Puoi ricevere gratuitamente il Primo Capitolo degli Scritti Translife Revelation, anche chiedendo l’iscrizione al Gruppo Translife italiano di accoglienza su Facebook, seguendo in progressione queste indicazioni:

  1. Chiedi amicizia fb alla resp. organizzativa Translife Ornella, in modo che ti possa inviare posta su fb ->
    https://www.facebook.com/ornelladstefano
  2. Chiedi l'iscrizione al Gruppo fb Translife Revelation ->
    https://www.facebook.com/groups/472509886102449
  3. Verrai accolto da Ornella che te lo invierà nella casella di Posta fb.
 

Per inviare un messaggio, compila il modulo sottostante:

I tuoi dati personali saranno utilizzati esclusivamente per rispondere alle tue richieste di informazioni, di iscrizione alla nostra newsletter, o per altro da te espressamente richiesto e non saranno utilizzati né conservati per altri scopi. Per maggiori informazioni vedi la nostra Privacy Policy

 
 
 
 
 

Se vuoi supportarci nella nostra opera di divulgazione, con una donazione, 

clicca qui

ti spieghiamo cosa faremo del tuo denaro.